La retta di degenza deve essere pagata anticipatamente entro i primi 5 giorni del mese di competenza.
Per il ritardo nel pagamento viene applicata una mora pari allo 0,5% della somma dovuta per ogni mese o frazione di mese di ritardo.
Nel caso di rientro temporaneo in famiglia superiore ai 30 giorni la retta viene ridotta della giornata alimentare.
La RSA non richiede alcun tipo di prestazione da parte di persone estranee al proprio organico (badanti, assistenti, volontari, ecc.). Se i familiari intendono affiancare una persona all’utente, per particolari momenti della giornata, devono darne preventiva comunicazione alla direzione sanitaria segnalando il nominativo del soggetto incaricato alle prestazioni. La direzione sanitaria si riserva la facoltà di negare o sospendere tali prestazioni.
LA RETTA NON COMPRENDE:
Visite specialistiche non concordate e non richieste dai medici della RSA;
L’acquisto di protesi o ausili ritenuti non necessari dai medici interni;
Gli indumenti personali dell’utente;
Il servizio di barbiere e/o parrucchiere;
I servizi e le prestazioni extra richiesti dall’utente o dai familiari;
Il servizio bar.
Secondo le disposizioni previste dalla Regione Lombardia, verrà determinata la parte sanitaria della retta al fine di consentire la deduzione o la detrazione fiscale. La disciplina fiscale prevede espressamente che, in caso di ricovero di un anziano o di persona con invalidità civile riconosciuta o con handicap, non sia possibile portare in detrazione o deduzione l’intera retta pagata, ma solo la parte che riguarda le spese mediche e le spese.
Viene rilasciata agli ospiti o ai loro familiari la dichiarazione in conformità alle DGR del 21 marzo 1997 n. 26316 e del 25 febbraio 2019 n. XI/1298 attestante le componenti della retta di degenza relative alle prestazioni sanitarie. La dichiarazione può essere utilizzata per far valere detrazioni o deduzioni dal reddito nelle dichiarazioni fiscali annuali.

 

La Residenza Sanitario Assistenziale (RSA) di Cologne è una struttura accreditata da Regione Lombardia
e dispone di n. 60 posti letto, di cui 50 accreditati a contratto. L’ingresso avviene attraverso due modalità: ingresso su posti accreditati (n. 50) e ingresso su posti autorizzati (n. 10).
INGRESSO SU POSTI ACCREDITATI
La domanda deve essere presentata presso i servizi sociali del comune di residenza; la documentazione raccolta viene trasmessa al distretto ASST di Palazzolo S/O, che procede alla valutazione multidimensionale dell'utente necessaria per l’inserimento di quest'ultimo nell’apposita lista d'attesa. Qualora vi fosse la disponibilità di un posto letto, la Fondazione provvede a contattare i nominativi presenti nella lista d'attesa per il nuovo ingresso.
Pervenuta la comunicazione da parte dell'ASST di Palazzolo S/O, corredata della scheda di valutazione multidimensionale, la Direzione medica procede a valutare le condizioni del potenziale Ospite, autorizzando o negando l'ingresso. In caso di consenso, la Direzione o la Capo Sala contatta i familiari dell'Ospite e li invita ad un primo colloquio informativo, finalizzato alla raccolta di dati e informazioni circa le condizioni psico-fisiche e sociali dell'Ospite e alla trasmissione alla famiglia di tutte le informazioni riguardanti la RSA contenute nella Carta dei Servizi.
Nel caso di conferma della disponibilità all’ingresso l’Ospite, o il familiare che ne ha cura, sottoscrive l’impegno relativo al pagamento della retta di degenza. Concordato il giorno e l’ora dell’ingresso, con la Capo Sala o con la Responsabile del nucleo viene redatta una scheda di valutazione (PAI d’ingresso) con le informazioni socio-sanitarie indispensabili per una corretta accoglienza e per una conseguente assistenza medico-infermieristica.
Dopo un periodo transitorio di prova di 30 giorni, la permanenza dell’Ospite viene confermata definitivamente a tempo indeterminato. E’ facoltà della Fondazione non autorizzare la degenza definitiva per pazienti che, per obiettive ragioni di inserimento, per determinate patologie od altro, non siano idonei, a giudizio del Direttore Sanitario, ad un ricovero presso la struttura.
INGRESSO SU POSTI AUTORIZZATI O DI SOLLIEVO
Nel caso di posti autorizzati la domanda deve essere redatta su apposito modulo (scarica qui) da ritirarsi presso la segreteria dell’Ente durante le ore d’ufficio dal Lunedì al Venerdì. Oltre alla domanda deve essere redatto, a cura del medico curante, un modulo sanitario.

 

La Fondazione è un'organizzazione senza scopo di lucro e persegue fini di solidarietà sociale prevalentemente nel territorio del Comune di Cologne e della Regione Lombardia. Si propone di svolgere la propria attività in conformità alle volontà testamentarie dei fondatori nell’esclusivo perseguimento di attività di beneficenza, di assistenza socio-sanitaria e di pubblica utilità con finalità di solidarietà sociale e rivolte prevalentemente alle persone anziane ed ai disabili.
In particolare l’Ente esercita l’attività di:
•    Ricovero, anche temporaneo, mantenimento e assistenza socio-sanitaria alle persone di ambo i sessi che si trovano in condizioni, fisiche, psichiche e sociali svantaggiate.
•    Trattamenti riabilitativi e di fisioterapia per il conseguimento ed il miglioramento dello stato di salute e del grado di autonomia delle persone. Detti trattamenti possono essere effettuati anche ai non ricoverati.
Inoltre si propone di:
•    Promuovere, nei limiti dei propri mezzi finanziari, in stretto collegamento con gli Enti Locali e con l’ASL, tutte quelle iniziative atte a garantire una migliore e più qualificata assistenza agli ospiti.
•    Provvedere, anche in collaborazione con altri enti, a fornire agli anziani del territorio comunale servizi di assistenza domiciliare, fornitura di pasti a domicilio.
•    Istituire, nell’ambito del territorio comunale, Centri diurni o Centri di aggregazione che favoriscano la partecipazione degli anziani ad iniziative a carattere ricreative e culturali.
•    Assicurare agli iscritti dei Centri Diurni di proprietà della Fondazione, la possibilità di usufruire dei servizi erogati dalla struttura sanitaria. I servizi e le modalità di erogazione saranno stabiliti dal Consiglio d’Amministrazione.
La Fondazione ha l’obbligo di non svolgere attività diverse da quelle indicate al comma 1 del presente articolo, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse. L’Istituzione esaurisce le proprie finalità statutarie nell’ambito della Regione Lombardia. Le modalità di funzionamento, la disciplina del personale, l’erogazione dei servizi, la gestione e l’accesso alle strutture dell’Ente saranno disciplinati da uno o più regolamenti esecutivi che, dopo la relativa approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione, saranno trasmessi all’Autorità di controllo. 

 

La Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) è situata nel centro di Cologne (BS) in via Martinelli, 19.
E' una struttura socio-sanitaria con n. 60 posti letti suddivisi in tre nuclei abitativi di n. 20 posti letto ciascuno. Eroga attività socio-sanitarie in regime di residenzialità, a favore di persone non autosufficienti, prevalentemente anziani,che necessitano di assistenza socio-sanitaria.
L’Ospite, inserito nella Residenza “Martinelli-Granata-Piantoni" è di norma una persona anziana parzialmente o totalmente non autosufficiente, non curabile a domicilio o proveniente dall’ospedale dopo una fase acuta e/o episodio di riacutizzazione di malattia.
Le prestazioni socio-sanitarie sono continuative e non a carattere temporaneo (cosidetti "ricoveri di sollievo").