La Residenza Sanitario Assistenziale (RSA) di Cologne è una struttura accreditata da Regione Lombardia e dispone di n. 60 posti letto, di cui 50 accreditati a contratto. L’ingresso avviene attraverso due modalità: ingresso su posti accreditati (n. 50) e ingresso su posti autorizzati (n. 10).
INGRESSO SU POSTI ACCREDITATI
La domanda deve essere presentata presso i servizi sociali del comune di residenza; la documentazione raccolta viene trasmessa al distretto ASST di Palazzolo S/O, che procede alla valutazione multidimensionale dell'utente necessaria per l’inserimento di quest'ultimo nell’apposita lista d'attesa. Qualora vi fosse la disponibilità di un posto letto, la Fondazione provvede a contattare i nominativi presenti nella lista d'attesa per il nuovo ingresso.
Pervenuta la comunicazione da parte dell'ASST di Palazzolo S/O, corredata della scheda di valutazione multidimensionale, la Direzione medica procede a valutare le condizioni del potenziale Ospite, autorizzando o negando l'ingresso. In caso di consenso, la Direzione o la Capo Sala contatta i familiari dell'Ospite e li invita ad un primo colloquio informativo, finalizzato alla raccolta di dati e informazioni circa le condizioni psico-fisiche e sociali dell'Ospite e alla trasmissione alla famiglia di tutte le informazioni riguardanti la RSA contenute nella Carta dei Servizi.
Nel caso di conferma della disponibilità all’ingresso l’Ospite, o il familiare che ne ha cura, sottoscrive l’impegno relativo al pagamento della retta di degenza. Concordato il giorno e l’ora dell’ingresso, con la Capo Sala o con la Responsabile del nucleo viene redatta una scheda di valutazione (PAI d’ingresso) con le informazioni socio-sanitarie indispensabili per una corretta accoglienza e per una conseguente assistenza medico-infermieristica.
Dopo un periodo transitorio di prova di 30 giorni, la permanenza dell’Ospite viene confermata definitivamente a tempo indeterminato. E’ facoltà della Fondazione non autorizzare la degenza definitiva per pazienti che, per obiettive ragioni di inserimento, per determinate patologie od altro, non siano idonei, a giudizio del Direttore Sanitario, ad un ricovero presso la struttura.
INGRESSO SU POSTI AUTORIZZATI O DI SOLLIEVO
Nel caso di posti autorizzati la domanda deve essere redatta su apposito modulo (scarica qui) da ritirarsi presso la segreteria dell’Ente durante le ore d’ufficio dal Lunedì al Venerdì. Oltre alla domanda deve essere redatto, a cura del medico curante, un modulo sanitario.

 

La Residenza Sanitario Assistenziale (RSA) di Cologne è una struttura accreditata da Regione Lombardia
e dispone di n. 60 posti letto, di cui 50 accreditati a contratto. L’ingresso avviene attraverso due modalità: ingresso su posti accreditati (n. 50) e ingresso su posti autorizzati (n. 10).
INGRESSO SU POSTI ACCREDITATI
La domanda deve essere presentata presso i servizi sociali del comune di residenza; la documentazione raccolta viene trasmessa al distretto ASST di Palazzolo S/O, che procede alla valutazione multidimensionale dell'utente necessaria per l’inserimento di quest'ultimo nell’apposita lista d'attesa. Qualora vi fosse la disponibilità di un posto letto, la Fondazione provvede a contattare i nominativi presenti nella lista d'attesa per il nuovo ingresso.
Pervenuta la comunicazione da parte dell'ASST di Palazzolo S/O, corredata della scheda di valutazione multidimensionale, la Direzione medica procede a valutare le condizioni del potenziale Ospite, autorizzando o negando l'ingresso. In caso di consenso, la Direzione o la Capo Sala contatta i familiari dell'Ospite e li invita ad un primo colloquio informativo, finalizzato alla raccolta di dati e informazioni circa le condizioni psico-fisiche e sociali dell'Ospite e alla trasmissione alla famiglia di tutte le informazioni riguardanti la RSA contenute nella Carta dei Servizi.
Nel caso di conferma della disponibilità all’ingresso l’Ospite, o il familiare che ne ha cura, sottoscrive l’impegno relativo al pagamento della retta di degenza. Concordato il giorno e l’ora dell’ingresso, con la Capo Sala o con la Responsabile del nucleo viene redatta una scheda di valutazione (PAI d’ingresso) con le informazioni socio-sanitarie indispensabili per una corretta accoglienza e per una conseguente assistenza medico-infermieristica.
Dopo un periodo transitorio di prova di 30 giorni, la permanenza dell’Ospite viene confermata definitivamente a tempo indeterminato. E’ facoltà della Fondazione non autorizzare la degenza definitiva per pazienti che, per obiettive ragioni di inserimento, per determinate patologie od altro, non siano idonei, a giudizio del Direttore Sanitario, ad un ricovero presso la struttura.
INGRESSO SU POSTI AUTORIZZATI O DI SOLLIEVO
Nel caso di posti autorizzati la domanda deve essere redatta su apposito modulo (scarica qui) da ritirarsi presso la segreteria dell’Ente durante le ore d’ufficio dal Lunedì al Venerdì. Oltre alla domanda deve essere redatto, a cura del medico curante, un modulo sanitario.

 

Proseguendo il cammino che abbiamo intrapreso da diversi anni, proteso alla ricerca di una qualità migliore nei servizi offerti presentiamo, rivisto e corretto, il nostro nuovo sito. E’ un documento che Le permetterà di conoscerci, di apprezzare i servizi che Le offriamo e, perché no, di comprendere gli forzi che abbiamo fatto, che facciamo e che andremo a fare. Il sito che oggi Le proponiamo non è un semplice documento informativo dove vengono indicati i servizi offerti, ma un mezzo per stimolarla e incentivarla a contribuire al miglioramento dei servizi erogati dalla nostra Fondazione. Offrire servizi sempre all’altezza e qualitativamente validi in un campo come quello della non autosufficienza non è facile. Noi però abbiamo l’ardire di provarci e Le assicuriamo il nostro impegno e la nostra costanza affinché agli Ospiti della Fondazione venga garantita un’assistenza dignitosa e a misura d’uomo. Da parte nostra Le assicuriamo che sia il Consiglio di Amministrazione che il personale in servizio sono impegnati e disponibili a ricercare tutte le soluzioni utili al miglioramento della qualità del soggiorno con un punto di riferimento ben preciso: la centralità dell’Ospite. La Fondazione si adopererà in modo continuativo e farà tutto il possibile per assicurare ogni giorno una degenza serena e confortevole. Confidiamo nella Sua collaborazione per migliorare la residenza dei nostri Ospiti, consapevoli che non sarà facile. In fondo lavoriamo tutti per questo.

 

La Fondazione è un'organizzazione senza scopo di lucro e persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale prevalentemente nel territorio del Comune di Cologne e della Regione Lombardia. Si propone di svolgere la propria attività in conformità alle volontà testamentarie dei fondatori nell’esclusivo perseguimento di attività di beneficenza, di assistenza socio-sanitaria e di pubblica utilità con finalità di solidarietà sociale e rivolte prevalentemente alle persone anziane ed ai disabili. In particolare l’Ente esercita l’attività di: • Ricovero, anche temporaneo, mantenimento e assistenza socio-sanitaria alle persone di ambo i sessi che si trovano in condizioni, fisiche, psichiche e sociali svantaggiate. • Trattamenti riabilitativi e di fisioterapia per il conseguimento ed il miglioramento dello stato di salute e del grado di autonomia delle persone. Detti trattamenti possono essere effettuati anche ai non ricoverati. Inoltre si propone di: • Promuovere, nei limiti dei propri mezzi finanziari, in stretto collegamento con gli Enti Locali e con l’ATS, tutte quelle iniziative atte a garantire una migliore e più qualificata assistenza agli ospiti. • Provvedere, anche in collaborazione con altri enti, a fornire agli anziani del territorio comunale servizi di assistenza domiciliare, fornitura di pasti a domicilio. • Istituire, nell’ambito del territorio comunale, Centri diurni o Centri di aggregazione che favoriscano la partecipazione degli anziani ad iniziative a carattere ricreative e culturali. • Assicurare agli iscritti dei Centri Diurni di proprietà della Fondazione, la possibilità di usufruire dei servizi erogati dalla struttura sanitaria. I servizi e le modalità di erogazione saranno stabiliti dal Consiglio d’Amministrazione. La Fondazione ha l’obbligo di non svolgere attività diverse da quelle indicate al comma 1 del presente articolo, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse. L’Istituzione esaurisce le proprie finalità statutarie nell’ambito della Regione Lombardia. Le modalità di funzionamento, la disciplina del personale, l’erogazione dei servizi, la gestione e l’accesso alle strutture dell’Ente saranno disciplinati da uno o più regolamenti esecutivi che, dopo la relativa approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione, saranno trasmessi all’Autorità di controllo.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consultare il nostro Privacy Policy.

accetto i cookies di questo sito
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk