Rsa aperta

                 Misura 4

La Misura 4 si caratterizza per l’offerta di interventi di natura prioritariamente sociosanitaria, finalizzati a supportare la permanenza al domicilio di persone affette da demenza certificata o di anziani di età pari o superiore a 75 anni in condizioni di non autosufficienza, riconosciuti invalidi civili al 100%, attraverso interventi qualificati mirati a sostenere il mantenimento delle capacità residue delle persone beneficiarie e rallentare, ove possibile, il decadimento delle diverse funzioni. La Misura offre inoltre un sostegno al caregiver nell’espletamento dell’attività di assistenza assicurata dallo stesso, attraverso interventi mirati che non sono sostitutivi di quelli già garantiti dalla filiera dei servizi della rete consolidata (ADI, SAD, CDI ecc.).
Per ogni beneficiario è prevista l’assegnazione di un “budget” annuale, da rapportare al periodo di presa in carico calcolato in giorni, definito in €. 3.600,00 per il 2018. Tale importo comprende la quota di €. 120,00 da destinare alla valutazione iniziale dell’utente per l’attivazione del servizio. Verranno remunerate solo le prestazioni effettivamente erogate, fermo restando che:
1. sebbene documentate, le interruzioni della Misura inferiori a 15 giorni non prevedono la sospensione della presa in carico;
2. Le interruzioni superiori a 15 giorni comportano la formale sospensione della presa in carico;
3. Le interruzioni superiori a 30 giorni comportano la chiusura della Misura.
Misura 4: modalità di accesso
Per l’accesso alla Misura 4 è necessario rivolgersi direttamente alla Fondazione “Martinelli-Granata-Piantoni” Onlus, che ha sottoscritto il contratto per la realizzazione delle misure di cui alla DGR X/7769 del 17/01/2018 con l’Ats di Brescia e compilare la richiesta di attivazione del servizio.
Entro 5 giorni lavorativi dalla presentazione della richiesta, la RSA procede ad una preventiva verifica del possesso dei requisiti di accesso e di eventuali incompatibilità.
Nel caso di esito positivo la RSA effettua, entro i 10 giorni successivi, la Valutazione Multidimensionale al domicilio dell’utente coinvolgendo il medico di medicina generale ed eventualmente il Servizio Sociale Comunale, attraverso l’èquipe valutativa della cooperativa Salusmedica S.C.S. Onlus, convenzionata per l’erogazione del servizio.
In caso di esito positivo della valutazione multidimensionale, la RSA procede alla definizione del P.I. (Progetto Individuale), condiviso e sottoscritto con l’utente, con il familiare/amministratore di sostegno/caregiver di riferimento, che prevede:
1. obiettivi, aree di intervento, tempi e figure professionali;
2. durata degli interventi, non superiore ai tre mesi;
3. data di attivazione degli interventi, che verranno eseguiti entro i successivi 30 giorni.
Sulla base dei bisogni rilevati ed in coerenza con il P.I., la RSA elabora il conseguente PAI (Piano Assistenziale Individuale) indicando gli interventi programmati, le figure professionali coinvolte, le modalità e i tempi di attuazione.
Misura 4: “RSA Aperta” a domicilio
La Misura 4 a domicilio prevede l’erogazione presso l’abitazione dell’utente delle seguenti prestazioni socio-sanitarie: igiene personale completa, stimolazione cognitiva, stimolazione e mantenimento delle capacità motorie e riabilitazione, sostegno in caso di disturbi nel comportamento, consulenza alla famiglia per la gestione dei disturbi del comportamento, supporto psicologico al caregiver, consulenza, addestramento a famiglia/caregiver per l’adattamento degli ambienti abitativi. L’erogazione della Misura avviene attraverso l’attivazione di piani di intervento per utenti affetti da demenza, in relazione al grado di gravità della demenza (grado lieve, moderato, severo, molto grave e terminale) e di piani di intervento per utenti non autosufficienti. Il budget annuale previsto da Regione Lombardia è di €. 3.600,00 per utente, dedotti €. 120,00 per la valutazione multidimensionale iniziale; nel dettaglio, il budget massimo trimestrale ammonta a €. 870,00, ovvero circa €. 290,00 al mese.
Misura 4: “RSA Aperta” semiresidenzialità
La Misura 4 in regime di semiresidenzialità consente l’accoglienza in RSA dell’utente, è fruibile solo in territori sprovvisti di Centro Diurno. Il budget stabilito da Ats Brescia a favore di ciascun utente è di €. 29,00 ad accesso, per un numero massimo di 2 accessi settimanali della durata minima di 4 ore. Le prestazioni offerte includono, oltre ai servizi socio-assistenziali di base, la partecipazione alle attività educative, ricreative e socializzanti programmate dal servizio di animazione della RSA, nonché il servizio di ristorazione presso la struttura, il cui costo è a carico dell’utente e corrisponde a €. 5,00 a pasto.
Funzioni di ATS di Brescia
ATS di Brescia, sulla base dei criteri stabiliti da Regione Lombardia, assicura:
• il governo e il monitoraggio del budget per la Misura 4;
• l’assegnazione di un budget per ogni erogatore;
• la trasmissione dei flussi informativi a Regione Lombardia nel rispetto delle tempistiche previste attraverso le equipe di vigilanza e controllo, funzioni di competenza in ordine alle verifiche del mantenimento dei requisiti generali e specifici strutturali, tecnologici, organizzativi- gestionali;
• il controllo dell’appropriatezza sia sulla presa in carico che sulle prestazioni erogate.